Abbiamo incontrato Kevin Stea, appena arrivato a Pietrasanta per il Dap Festival, e lo abbiamo intervistato

D: Ciao Kevin Perchè sei qui?

K: sono qui per la pasta 😜 e per un opportunità fantastica che mi vede collaborare con altri artisti cibo per nutrire il corpo e L anima

D: di che cosa si tratta ci stai incuriosendo?

K: Magia…..contribuisco alla vitalità artistica in tutti i modi possibili per il Dap Festival creando una coreografia per il Gala del 30 Giugno.

D:Quali sono stati i momenti che ritieni fondamentali per il tuo percorso nel mondo della danza?

K: i momenti nei quali nella vita ho avuto solo la danza al mio fianco, non avevo cibo, non avevo soldi , non avevo una famiglia ma la danza mi ha salvato.

Un altro momento è stato a Houston quando ero sul palco con Madonna ed ho capito L elettricità che si vive e si trasmette dal palcoscenico.

Il terzo momento importante è stato quello in cui ho accettato il fatto di definirmi un danzatore e questo non è accaduto fino a quando non ho raggiunto i 35 anni , a venti anni pensavo che fosse limitante definirmi semplicemente un danzatore ma ora sono così orgoglioso della libertà e della grande comunità in cui sono immerso e vivo la danza.

D: sei arrivato da pochi giorni che impressioni hai di Pietrasanta ?

K: Sono impressionato dell alto livello e dell incredibile numerosità di Arte in una cittadina così piccola. Vorrei tanto che tutte le città del mondo dessero così tanto valore all arte ed alla produttività.

D: cosa ti aspetti da questo progetto, e cosa ne pensi del Dap Festival e della sua commistione tra arte scultoria, musicale e danza?

K: Questa è la mia prima volta qua ed è la cosa più intrigante. Sono molto emozionato dall’idea che tutti questi generi artistici quali la danza la scultura la musica e la recitazione saranno assieme in questo festival.

Artisti che ispirano altri artisti.Sono tutte e tre lingue diverse dello stesso messaggio . Esplorano ciò che non può essere espresso con le parole, ognuna supporta L altra nella profondità dell espressione.

 

Pin It on Pinterest

Share This